ETIOPIA

STORIE DA MEKANISSA

Proteggiamo il loro presente! Mi chiamo Abebe ed ho diciott'anni. Se mi chiedete qualcosa sulla scuola i primi pensieri vanno alle fatiche e alle difficoltà che incontro quotidianamente. Non sempre è facile e non sempre vengono trattati argomenti interessanti ma riconosco la fortuna di poter apprendere perciò mi impegno il più possibile. Se mi fermo a riflettere più in profondità penso invece che venire qui, a scuola, significhi dare speranza al mio futuro che, altrimenti, chissà come e dove sarebbe. Metto in gioco le mie capacità per riuscire a fare sempre meglio e spesso aiuto i miei compagni più in difficolta. Tra di noi si è creato un bel rapporto di aiuto reciproco ed è cosi anche con i professori. Molti di loro sono per me un esempio e mi stimolano a dare il massimo. E, quando questo avviene, è per me una soddisfazione immensa. Magari, un domani, saprò trasmettere anche io questa passione ad altri ragazzi come loro sanno fare con me.

Storie

È così che a inizio ottobre 2020 cambio il mio itinerario, mi ritrovo a Madrid, perché finalmente devo riportare Aimée in Congo.

“Voglio diventare un medico per curare tutti” - Mi chiamo Julio Cesar.

La scuola è una grande opportunità - Mi chiamo Ammanuel, ho 26 anni e mi ricordo che quando andavo a scuola l'unica cosa che mi interessava era stare con i miei compagni.

Inizio a giocare e ritrovo la gioia!  Mi chiamo Cynthia, vivo in Burundi e mi piace tanto giocare con la corda a “Juster”.  Questo gioco mi aiuta molto quando ho

Change Someone Life Block

Insieme possiamo farcela

Tanti bambini e giovani hanno bisogno di istruzione, cibo, cure sanitarie, alloggi e sostegno familiare. INSIEME POSSIAMO FARCELA! Dona ora e sostieni le missioni salesiane con il VIS.