ETIOPIA

STORIE DA MEKANISSA

Proteggiamo il loro presente! Mi chiamo Keddus ed ho quattro anni. Andare a scuola mi rende felice perché posso divertirmi con i miei compagni ed imparo a fare cose diverse dal solito. Ma non si può sempre solo ridere e basta: bisogna anche impegnarsi altrimenti il maestro si arrabbia. Mia mamma dice che studiare è molto importante per il mio futuro e io lo faccio perché da grande voglio diventare medico. Qui mi trovo molto bene e starei tutto il giorno con i miei amici. I più grandi dicono che la scuola è pesante e faticosa ma per me non è cosi. L'intervallo, poi, è il momento migliore dove posso giocare e stare con gli altri bambini che più mi piacciono. Penso proprio che a scuola debbano andarci tutti, piccoli e grandi!

Storie

È così che a inizio ottobre 2020 cambio il mio itinerario, mi ritrovo a Madrid, perché finalmente devo riportare Aimée in Congo.

“Voglio diventare un medico per curare tutti” - Mi chiamo Julio Cesar.

La scuola è una grande opportunità - Mi chiamo Ammanuel, ho 26 anni e mi ricordo che quando andavo a scuola l'unica cosa che mi interessava era stare con i miei compagni.

Inizio a giocare e ritrovo la gioia!  Mi chiamo Cynthia, vivo in Burundi e mi piace tanto giocare con la corda a “Juster”.  Questo gioco mi aiuta molto quando ho

Change Someone Life Block

Insieme possiamo farcela

Tanti bambini e giovani hanno bisogno di istruzione, cibo, cure sanitarie, alloggi e sostegno familiare. INSIEME POSSIAMO FARCELA! Dona ora e sostieni le missioni salesiane con il VIS.