SENEGAL

Vado a scuola per aprire una sartoria assieme ai miei compagni di classe

Proteggiamo il loro presente! Mi chiamo Gnagna Sarr, vivo in Senegal e frequento il secondo anno sartoria. Ho conosciuto il Centro Don Bosco grazie alla Maison du Rugby, un’associazione partner di Don Bosco. Volevo studiare sartoria e ho approfittato dell’occasione per iscrivermi al corso di formazione.

Sin da subito mi sono accorta degli sforzi che i formatori e la direzione fanno per mettere gli alunni a loro agio e nelle migliori condizioni, sono tutti molto pazienti, anzi credo che a volte servirebbe più rigore, soprattutto con i ragazzi più ribelli.

Ho una buona relazione con l’insegnante di sartoria anche se l’inizio è stato molto difficile, ma oggi lei è un’amica, una persona cara che mi ha aiutato non solo nella formazione ma anche nella mia vita personale.

Con i ragazzi del Centro mi trovo bene, soprattutto con i compagni di classe, siamo diventati amici e abbiamo anche noi un sogno di poter aprire una nostra attività insieme, quindi di iniziare un percorso di vita comune e tutto questo grazie a Don Bosco.

Storie

È così che a inizio ottobre 2020 cambio il mio itinerario, mi ritrovo a Madrid, perché finalmente devo riportare Aimée in Congo.

“Voglio diventare un medico per curare tutti” - Mi chiamo Julio Cesar.

La scuola è una grande opportunità - Mi chiamo Ammanuel, ho 26 anni e mi ricordo che quando andavo a scuola l'unica cosa che mi interessava era stare con i miei compagni.

Inizio a giocare e ritrovo la gioia!  Mi chiamo Cynthia, vivo in Burundi e mi piace tanto giocare con la corda a “Juster”.  Questo gioco mi aiuta molto quando ho

Change Someone Life Block

Insieme possiamo farcela

Tanti bambini e giovani hanno bisogno di istruzione, cibo, cure sanitarie, alloggi e sostegno familiare. INSIEME POSSIAMO FARCELA! Dona ora e sostieni le missioni salesiane con il VIS.